Blog Post Redditività Agricola in Acquaponica con la coltivazione Verticale


Giu

16

2016

Redditività Agricola in Acquaponica con la coltivazione Verticale

Premessa sulla tecnica di Acquaponica:

L’acquaponica usa meno acqua, energia, lavoro e produce più cibo e meno carbonio delle coltivazioni tradizionali. L’acquaponica vince sui metodi di coltivazione tradizionali su tutti i fronti. Scegliere l’acquaponica è la scelta migliore per il pianeta e per il proprio futuro finanziario.

  • Permette di coltivare diverse coltivazioni all’interno di una piccola area (efficiente e efficace sul costo) – impossibile con i tradizionali metodi di coltivazione
  • 90 % in meno di acqua rispetto alla coltivazione tradizionale. Riciclo dell’acqua con pochissimo dispendio nel processo di evaporazione
  • Le piante crescono fino al 50% più velocemente rispetto ai metodi di coltivazione tradizionali
  • Le coltivazioni arrivano più velocemente alla fase di maturazione e fruttificazione ma anche il periodo di fruttificazione si allunga per una coltivazione più grande (da 8 a 10 volte maggiore). Si stima che per ogni 453 gr di pesce prodotto si ottengono dai 6 agli 11 kg di verdura)
  • L’acquaponica usa un terzo dell’energia della coltivazione tradizionale perché non c’è utilizzo di chimica e fonti fossili
  • 40% in meno di manodopera
  • Basso consumo di carbonio perché non usa suolo. Nei metodi di coltivazione tradizionali nei soli Stati Uniti, si perdono circa 21 megatoni di carbonio dal suolo che si disperdono nell’aria o nell’acqua
  • Comparazione dei costi. L’acquaponica è più conveniente. Il ritorno dell’investimento per un sistema di acquaponica grande è di 2-3 anni mentre una Azienda agricola tradizionale, richiede un minimo di 8 anni prima che i coltivatori possano aspettarsi di vedere una parte dei profitti che i coltivatori in acquaponica, avranno già ricevuto per 5 o più anni
  • L’acquaponica è una scelta sensata dal punto di vista economico, un modo per produrre cibo organico rispettando l’ambiente

 

I risultati dell’ Acquaponica:

  

L’acquaponica usa meno acqua, energia, lavoro e produce più cibo e meno carbonio delle coltivazioni tradizionali. L’acquaponica vince sui metodi di coltivazione tradizionali su tutti i fronti. Scegliere l’acquaponica è la scelta migliore per il pianeta e per il proprio futuro finanziario

  • Permette di coltivare diverse coltivazioni all’interno di una piccola area (efficiente e efficace sul costo) – impossibile con i tradizionali metodi di coltivazione
  • 90 % in meno di acqua rispetto alla coltivazione tradizionale. Riciclo dell’acqua con pochissimo dispendio nel processo di evaporazione
  • Le piante crescono fino al 50% più velocemente rispetto ai metodi di coltivazione tradizionali.
  • Le coltivazioni arrivano più velocemente alla fase di maturazione e fruttificazione ma anche che il periodo di fruttificazione si allunga per una coltivazione più grande (da 8 a 10 volte maggiore). Si stima che per ogni 453 gr di pesce prodotto si ottengono dai 6 agli 11 kg di verdura)
  • L’acquaponica usa un terzo dell’energia della coltivazione tradizionale perché non c’è utilizzo di chimica e fonti fossili.
  • 40% in meno di manodopera
  • Basso consumo di carbonio perché non usa suolo. Nei metodi di coltivazione tradizionali nei soli Stati Uniti, si perdono circa 21 megatoni di carbonio dal suolo che si disperdono nell’aria o nell’acqua
  • Comparazione dei costi. L’acquaponica è più conveniente. Il ritorno dell’investimento per un sistema di acquaponica grande è di 2-3 anni mentre una Azienda agricola tradizionale, richiede un minimo di 8 anni prima che i coltivatori possano aspettarsi di vedere una parte dei profitti che i coltivatori in acquaponica, avranno già ricevuto per 5 o più anni.
  • L’acquaponica è una scelta sensata dal punto di vista economico, un modo per produrre cibo organico rispettando l’ambiente.

Acquaponica Vs Idroponica  

Content

Un video sull’ Acquaponica con coltivazione Verticale: Link

 

 

 

Acquaponica Coltivazione Verticale       pulaski-grow-zipgrows

 

Le torri di coltivazione verticale sono una tecnologia idroponica verticale brevettata, progettata per un’elevata densità di produzione agricola.

Le torri verticali sono costituite da un involucro rigido che contiene il multifunzionale Matrix Media. Si tratta di un substrato di coltivazione, nonché un filtro meccanico e biologico.

Come tutti gli impianti realizzati da ImpattoZero per l’acquaponica, le plastiche di alta qualità sono sicure per tutte le applicazioni alimentari e non contengono sostanze chimiche emollienti come ftalati o il Bisfenolo A (BPA), utilizzati per rendere il PVC morbido (ad esempio negli in impermeabili). Il PVC è un materiale plastico estremamente stabile impiegato in un’ampia varietà di applicazioni: dai tubi dell’acqua ai tubi bypass per il cuore, e torri verticali. I contenitori in PVC sono resistenti ai raggi UV.

Il substrato di coltivazione è fatto da PET riciclato-1 (un tipo di poliestere ottenuto da bottiglie di plastica riciclata) ed è rivestito con un legante di ossido di silicone per evitare la degradazione. È riutilizzabile e progettato per durare a lungo, mentre ospita una moltitudine di comunità microbiche benefiche. Il substrato ha uno spazio aereo del 93% che permette un buon movimento dell’acqua ed elevata superficie biologica (BSA). Il colore scuro fornisce il controllo delle alghe. Il substrato è venduto con garanzia di 1 anno, ogni inserto in genere dura 2-3 anni, ma può variare a seconda del tipo di coltura. Alcuni impianti hanno utilizzato lo stesso substrato per sette anni.

Il substrato combina 3 funzioni: substrato di coltivazione, filtro meccanico e filtro biologico.

 

 

Estrazione e Recupero

Estraiamo l’energia rinnovabile proveniente dal sole presente in serra, energia che viene in parte buttata via nelle serre tradizionali o semplicemente non utilizzata lasciando che questa innalzi la temperatura interna al di sopra del necessario. Invece che evacuare aria calda, la si trasforma in acqua calda refrigerando la serra durante le ore di sole e accumulando questa energia in uno strato di terreno capace di custodire questo calore e renderlo disponibile nelle ore notturne.

Il terreno svolge un ruolo fondamentale nella termoregolazione della serra. Esso infatti innesca il fenomeno dell’effetto serra e può inoltre essere impiegato quale accumulatore del calore estratto dall’aria durante il giorno, calore che deve poi essere ritrasferito in superficie durante la notte.

 

 

Quanto produce la coltivazione acquaponica verticale?

  • Lattuga: 95 kg/m2 ogni anno
  • Bietola: 75 kg/m2 ogni anno
  • Fragole: 4,9Kg/m2 ogni mese
  • Basilico: 1.88 kg/m2 a settimana Vs 0.15 kg/m2 della coltivazione a terra!

VERDURE (in coltivazione verticale)

  • 95 kg/m2 di lattuga ogni anno
  • 75 kg/m2 di bietola ogni anno

  

ERBE AROMATICHE (in coltivazione verticale)

 

  • 116 kg/m2 di basilico ogni anno

  

 

BASILICO (paragone tra resa in coltivazione verticale e altre tecniche di coltivazione)

 

  • 1.88 kg/m2 di basilico a settimana Vs 0.15 kg/m2 della coltivazione a terra!

 

FRAGOLE (in coltivazione verticale)fraqgole verticale

 

  • Risultato della coltivazione Verticale: 4,9Kg/m2 di fragole ogni mese
                  Impianto fragole
Per maggiori informazioni Contattaci