Riscaldamento radiante

Buoni motivi per irradiare gli ambienti

Riscaldamento diretto:
  • Maggiore Sensazione di benessere
  • Gli elementi radianti (stimolati elettricamente o con acqua) generano irradiazione infrarossa ad onde lunghe, comparabile alla luce naturale del sole
    • L’infrarosso a questa lunghezza d’onda è anche detto “raggio della salute” poiché migliora il metabolismo cellulare.
  • imm1
  •  Il riscaldamento radiante scalda prima i corpi e gli oggetti poi l’ambiente
  • Il riscaldamento radiante, permette temperatura uniforme ed umidità costante
  • Risparmi fino al 40% rispetto al riscaldamento tradizionale
  • Contributi previsti dalla Legge sulla Ristrutturazione edilizia ed il Risparmio Energetico
  • Stimolazione della circolazione sanguigna e combatte i reumatismi
  • Evita il sollevamento di polveri, pollini ed acari, rendendo l’aria più pulita
  • Evita la formazione di muffe nei locali
  •  Non brucia l’ossigeno presente nell’ambiente
  • imm2
  • Silenzioso
  •  Diffonde il calore in maniera uniforme in tutto l’ambiente
  • Grazie alla grande superficie di radiazione, l’irraggiamento su tutto il corpo avviene con la stessa intensità

Buoni motivi per abbandonare i termosifoni

Riscaldamento Indiretto:
  • I sistemi indiretti dissipano energia (scaldare l’acqua per scaldare l’aria per scaldare i corpi)
  • I sistemi tradizionali hanno un rendimento inferiore all’80%
    • Parziali combustioni del bruciatore
    • Perdite di calore durante il trasporto dell’acqua
  •  Lunghi tempi di reazione
    • Ore per mandare a regime l’impianto
    • Ore per scaldare tutto il volume d’aria
    • Bassa percezione del calore
    • imm3
  • Sistematica presenza di muffe
  • Le pause di funzionamento creano pareti fredde e umide con dispersioni verso l’esterno
  • Elevata differenza di temperature tra i vari punti dello stesso ambiente (8/10°C)
  • Basso comfort abitativo

I vantaggi dei sistemi radianti

Sia dal punto di vista del risparmio energetico (e quindi anche economico) che del comfort ambientale, la soluzione ideale consiste nell’evitare moti convettivi dovuti all’aria in movimento e garantire il calore solo dove necessario. Il riscaldamento ad irraggiamento ottenuto tramite corpi radianti posizionati a pavimento, è in grado di ovviare alle problematiche sopra riportate.

L’ irraggiamento è un sistema di scambio di calore che usa le onde infrarosse (analoga a quella solare) come vettore di trasferimento. Infatti due corpi o due oggetti aventi temperature diverse irraggiano naturalmente, l’una verso l’altra ed il flusso di calore va dall’elemento più caldo a quello più freddo.

log1

-50% sui costi d’impianto

Si allaccia direttamente alla linea elettrica senza opere idriche
log2

0% emissioni inquinanti

Non vengono usati combustibili particolari e non viene prodotta C=2
log3

IP 67 Grado di protezione

I prodotti sono isolati contro il passaggio di polveri e liquidi
log4

0% verifiche e costi di manutenzione

Il sistema non necessita di alcuna manutenzione o riprogrammazione periodica come avviene in qualsiasi impianto tradizionale
log5

-40% sui consumi di energia elettrica

Il sistema di riscaldamento riduce notevolmente i consumi di energia elettrica
log6

0% emissioni elettro-magnetiche

La tecnologia non produce emissioni elettromagnetiche rilevabili

L’irraggiamento emesso nell’ambiente dal riscaldamento (a pavimento, parete, soffitto o pannelli radianti) si trasforma in calore al contatto con un oggetto, con una parete o con una persona.

Le onde infrarosse, quindi, non vengono assorbite dall’aria ma dai corpi solidi che le trasformano in energia termica, che viene trasmessa all’ambiente creando, in tal modo, le condizioni ottimali di comfort.

Tramite gestione elettronica è possibile controllare le temperature e le zone di riscaldamento evitando così inutili e costosi sprechi di energia.

Applicazioni a pavimento senza muratura – Pedane riscaldanti

imm4Una delle tante applicazioni è la pedana riscaldante ad energia elettrica con cavo scaldante è indicata per il riscaldamento dove non si vuole intervenire con la sostituzione della pavimentazione esistente. Essa viene posta sul pavimento e mediante irraggiamento riscalda le persone che imm5risiedono su di essa. Il riscaldamento nel caso di ambienti ampi, può essere localizzato alle sole zone interessate. La modalità di costruzione delle pedane radianti, consente di ridurre al minimo la perdita di calore verso il pavimento esistente, così da ottimizzare il rendimento e diminuire i costi di gestione. Il sistema è indicato per un funzionamento intermittente, esso può essere acceso poco tempo prima dell’utilizzo, creando benefici per chi occupa gli spazi sopra le pedane; non è generalmente dimensionato per il riscaldamento dell’aria di tutto il locale. La temperatura delle pedane è regolata mediante delle sonde collegimm6ate ad una centralina elettronica. L’utilizzo quotidiano può aiutare il miglioramento del comfort interno poiché limita l’abimm7bassamento della temperatura delle strutture. Le pedane possono essere costruite divise in zone, in modo da poter attivare solo quelle necessarie. Il sistema è coperto da più brevetti internazionali, non necessita di manutenzioni, è infatti privo di caldaia, pompe o circuiti idraulici. L’installazione è veloce e non invasiva, i costi d’impianto sono notevolmente inferiori a qualsiasi altro sistema tradizionale ad aria o ad acqua. La potenza installata negli impianti a pedane è inferiore rispetto ai sistemi tradizionali.

Principali proprietà della Fibra di Carbonio

– è un resistore non metallico

– bassa conducibilità elettrica (997 volte meno del rame)

– bassa conducibilità termica 83 volte meno del rame)

– bassa densità (3,7 volte meno del rame)

– elevato calore specifico (1,87 volte più del rame)

– altissima resistività (2.060 volte più del rame)

Con i seguenti risultati:

– assenza di campi elettromagnetici

– assenza di inerzia termica

– in grado di immagazzinare una notevole quantità di calore

– cedere il calore accumulato con grande rapidità

Radiante a soffitto (Estate e inverno) 

imm9L’applicazione a soffitto è la scelta ottimale in tutte le situazioni in cui risulti impossibile realizzare un impianto radiante a pavimento. Sfruttando la trasmissione del calore per irraggiamento, questa applicazione riesce a garantire una situazione di comfort ideale. L’impianto può essere installato direttamente sul soffitto esistente con una finitura in cartongesso a copertura del pannello oppure può essere posato in una controsoffittatura di ribassamento.

L’applicazione a parete è anche un’ottima soluzione per realizzare un’integrazione a impianti a pavimento o a soffitto, in grado di fornire l’eventuale potenza termica o frigorifera mancante.

Il sistema di riscaldamento e raffrescamento radiante a soffitto è costituito da un insieme imm10di pannelli radianti modulari fissati alla struttura metallica del controsoffitto. I moduli sono composti da una lastra di gessofibra accoppiata a un pannello di polistirene per aumentare il flusso termico verso i locali da climatizzare. Lo spessore totale è di 42 mm. All’interno del pannello in gessofibra, è annegato un tubo in polibutilene dotato di barriera all’ossigeno secondo la norma DIN 4726. Sulla parte a vista di ciascun modulo, viene riportato lo sviluppo effettivo dei circuiti aventi interasse di 5 cm.

I pannelli modulari sono disponibili in 3 misure: 500×1200 mm, 1000×1200 mm, 2000×1200 mm I pannelli di riempimento vengono ricavati dal taglio di una lastra di SRF42 (1200×2000 mm) priva di tubazioni all’interno.

Alcune delle soluzioni in muratura

imm10Rete tra massetto di cemento e pavimento in legno o laminato L’installazione tra il massetto ed il pavimento consente di riscaldare l’ambiente in modo estremamente rapido e grazie alla massa ridotta del sistema, i tempi di inerzia termica sono estremamente ridotti. indicato per ambienti da riscaldare in modo discontinuo, come uffici, negozi, sale per riunioni, ristoranti, camere d’albergo ecc Stratigrafia

  1. pavimento legno/laminato incollato-flottante
  2. collante elastico
  3. rete riscaldante
  4. massetto cementizio
  5. pannello termoisolante
  6. sottofondo di riempimento
  7. solaio

Rete sopra il pavimento esistente Ideale per lavori di ristrutturazione, per presenza di problemi di sovraccarico dei solai o per il mantenimento delle altezze interne. l’installazione tra l’esistente ed il nuovo pavimento consente di riscaldare l’ambiente in modo estremamente rapido e grazie alla massa ridotta del sistema, i tempi di inerzia termica sono estremamente ridotti. indicato per ambienti da riscaldare in modo discontinuo, come uffici, negozi, sale riunioni, ristoranti, camere d’albergo ecc Stratigrafia

  1. pavimento ceramica-marmo
  2. collante elastico
  3. rete riscaldante
  4. piastrella esistente
  5. sottofondo di riempimento
  6. solaio

Materassino sopra il massetto di cemento

L’installazione tra il massetto ed il pavimento, solo di tipo flottante, consente di riscaldare l’ambiente in modo estremamente rapido e grazie alla massa ridotta del sistema, i tempi di inerzia termica sono estremamente ridotti. il materassino è particolarmente indicato per ambienti da riscaldare in modo discontinuo quali seconde case, uffici, negozi, sale per riunioni, ristoranti, camere d’albergo

Stratigrafia

  1. pavimento legno laminato
  2. materassino riscaldante
  3. massetto cementizio
  4. pannello termoisolante
  5. sottofondo di riempimento
  6. solaio

Materassino sopra il pavimento esistente

Ideale per lavori di ristrutturazione, per presenza di problemi di sovraccarico dei solai e per il mantenimento delle altezze interne. è possibile posare solo pavimenti del tipo flottante, in legno o laminato, con posa delle tavole incollate tra loro sui bordi o unendo i giunti ad incastro. L’installazione tra l’esistente ed il nuovo pavimento consente di riscaldare l’ambiente in modo estremamente rapido e grazie alla massa ridotta del sistema, i tempi di inerzia termica sono estremamente ridotti. particolarmente indicato per ambienti da riscaldare in modo discontinuo, quali seconde case, uffici, negozi, sale per riunioni, ristoranti, camere d’albergo ecc.. Eè consigliata la posa del pannello termoisolante.

Stratigrafia

  1. Pavimento legno-laminato (flottante)
  2. Materassino riscaldante
  3. Pavimento esistente
  4. Massetto cementizio
  5. Solaio

Esempio Tappeto rimovibile 100 m²

Superfici

imm7E’ da riscaldare una superficie di 20,00m x 5,00m:

– nr 8 riscaldatori sotto-moquette 5,00m x 2,50m = 100,00m²

Potenza elettrica installata 200W/m² pari a circa 20Kw

E’ importante precisare che il sistema non è dimensionato per riscaldare l’ambiente (aria) ma il beneficio del riscaldamento lo percepiranno principalmente le persone residenti al di sopra dei riscaldatori.

 

Fase esecutiva

Ogni riscaldatore avrà in uscita un cavo di alimentazione che andrà collegato da Vs impiantista su opportuno quadro elettrico.

Garanzie

I sotto-moquette riscaldanti godono di una garanzia di 24 mesi dalla data di acquisto.

 

Pannelli radianti a parete 

imm11Caratteristiche tecniche

Questo sistema di riscaldamento è composto da lastre in fibra di gesso di dimensioni standard (larghezza 60cm) nelle quali è inserito, tramite incisione delle stesse, il cavo di Fibra di carbonio. per migliorare la trasmissione termica verso l’ambiente da riscaldare e quindi ridurre la dispersione all’interno della parete, il lato posteriore della lastra viene rivestito da un foglio di alluminio riflettente; ripartendo e riflettendo il calore verso l’interno della stanza.

SUL LATO ANTERIORE della lastra è segnalata graficamente la posizione dei cavi con lo scopo di evitare il danneggiamento degli stessi nelle fasi di fissaggio alla struttura metallica. Ogni pannello è dotato di speciali connettori piatti altamente isolati, idonei al collegamento di più pannelli riscaldanti. Lo spessore delle lastre è di 1,25 cm.

imm12Dati tecnici

Caratteristiche delle lastre in fibra di gesso:

– composte da gesso e fibra di cellulosa

– buona conduttività termica

– elevata durezza superficiale

– ottima resistenza meccanica

– grande resistenza ai carichi sospesi e appesi

– resistente all’umidità, adatto ad ambienti umidi tipo bagni e cucine

– ottima resistenza al fuoco

La temperatura superficiale della parete raggiunge i 37° C

 

Pedane radianti 

Caratteristiche

imm13La pedana radiante viene posta sul pavimento e mediante irraggiamento dona beneficio alle persone che vi stazionano sopra. Il riscaldamento, nel caso di ambienti ampi, come ad esempio i capannoni, può essere localizzato alle sole zone interessate ove risiedono gli operatori.

La modalità di costruzione consente di ottimizzare il flusso termico utile, riducendo al minimo la perdita verso il pavimento esistente, così da ottimizzare i costi di esercizio.

La pedana è particolarmente indicata per un funzionamento intermittente, creando così un maggior beneficio. Le pedane non sono dimensionate per il riscaldamento dell’aria di tutto il locale.

la temperatura della pedana può essere regolata mediante delle sonde collegate ad una centralina elettronica.

Questo sistema di riscaldamento non necessita di manutenzioni essendo privo di caldaia, pompe, circuiti idraulici.

La pedana è disponibile con misure standard o costruita su richiesta con misure personalizzate.

Composizione

– Cavi riscaldanti inseriti in più strati di altri materiali riflettenti, termoconduttivi e coibentanti

– temperatura superficiale 30° C max

imm14Stratigrafia
  1. profilo in alluminio in chiusura
  2. finitura in PVC (ignifugo classe 1)
  3. lamiera zincata
  4. elemento riscaldante in fibra di carbonio
  5. isolante termico in polistirene estruso dello spessore di 20mm
  6. lamiera per chiusura fondo
Dati tecnici:
– resistori in fibra di carbonio – alimentazione: 230 Vac – assorbimento: 200 W/m2 – termostato: regolazione mediante centralina elettrica esterna (temperatura max superficiale 30°C) – certificazione: CE – grado di protezione: OP40 – garanzia 24 mesi

Esempio pedana radiante industriale 100m² 

SUPERFICI

E’ da riscaldare una superficie di 20,00m x 5,00m:

nr 52 riscaldatori PEDANA 1,97m x 0,97m = +/- 100,00m²

Potenza elettrica installata 200W/m² pari a circa 20Kw

E’ importante precisare che il sistema non è dimensionato per riscaldare l’ambiente (aria) ma il beneficio del riscaldamento lo percepiranno principalmente le persone residenti al di sopra dei riscaldatori.

 
FASE ESECUTIVA

Ogni riscaldatore avrà in uscita un cavo di alimentazione che andrà collegato da Vs impiantista su opportuno quadro elettrico.

GARANZIE
Le pedane riscaldanti godono di una garanzia di 24 mesi dalla data di acquisto.
imm15
imm16

  imm19imm18imm20imm21imm17

 Termoarredo vetro

imm25imm22imm23imm24imm26imm28imm30

Perché le pompe di calore?

Metà dei costi di riscaldamento, più vantaggi ambientali!

Utilizzando un impianto di riscaldamento dotato di pompe di calore si riducono drasticamente non solo i costi energetici relativi al riscaldamento e i costi di esercizio ma anche l’emissione di sostanze nocive, dato che sul posto queste stesse emissioni sono pari a zero. Proprio in considerazione della tutela dell’ambiente la pompa di calore è la prima scelta da adottare. Le moderne pompe di calore riscaldano in modo molto efficiente, preparano l’acqua calda, ventilano e raffrescano. Offrono un benessere ottimale con costi di riscaldamento ben calcolabili.

Petrolio e gas sempre più cari!

Il sempre più crescente fabbisogno energetico a livello mondiale e il mercato energetico in borsa fanno aumentare i prezzi di metano, carbone, petrolio e corrente elettrica. Tuttavia fortunatamente gli aumenti dei prezzi relativi alla corrente elettrica incidono solo in minima parte sulle pompe di calore dato che riscaldano con molta energia solare completamente gratuita. Le pompe di calore permettono di svincolarsi da petrolio e gas.

Esempio di soluzione completa 100 m² Radiante + Pompa di calore

imm31Unità interna per sistema pompa di calore spl it dotata di scambiatore refrigerante / acqua di tipo piastre saldo brasato. Abbinabile ad unità esterna . gestione integrazione al riscaldamento attraverso caldaia esterna tramite valvola miscelatrice integrata nell’unità interna e gestita dall’elelttronica.

Regolazione della temperatura di mandata in base a curca climatica impostabile in funzione della temperatura esterna misurata dall’apposità sonda fornita a corredo. Display digitale. Unità interne predisposte per la gestione di termostato di sicurezza temperatura di mandata esonda presenza condensa, gestione del carico di un accumulo sanitario. Per installazioni con integrazione al riscaldamento ed acqua calda sanitaria attraverso caldaia

Non è necessario che la caldaia abbia circolatore in quanto già contenuto nell’unità. La caldaia viene controllata tramite segnale ON-OFF dalla regolazione. Scambiatore a piastre saldo brasato. Applicazione per riscaldamento e raffrescamento. Produzione di acqua calda sanitaria tramite accumulo esterno ed apposito kit Circolatore a 3 velocità integrato Alimentazione elettrica 230V – monofase – 50 Hz Assorbimento massimo circuito primario 3 bar, valvola di sicurezza integrata Connessioni idrauliche da 1” percol legamento ad impianto di riscaldamento e caldaia

Connessione circuito refrigerante a gas 5/8””. Connessione circuito refrigerante liquido 3/8”