FAQ

Che cos’ è l’acquaponica?

L’acquaponica nasce dalla combinazione di acquacoltura di ricircolo e idroponica. In aquaponica crescono insieme le piante ed i pesci in un sistema integrato. I rifiuti dei pesci forniscono una fonte di cibo alle piante che crescono offendo un filtro naturale per l’acqua in cui i pesci vivono. Questo crea un ecosistema sostenibile in cui sia le piante che i pesci possono prosperare. L’ acquaponica è la risposta ideale al problema degli acquacoltori di disporre di acque ricche di nutrienti e del bisogno dei coltivatori idroponici di avere acqua ricca di sostanze nutritive. Data la natura del riciclo di acquacoltura e idroponica (le due tecnologie sono combinate nell’acquaponica) ritroviamo 2 elementi principali in tutti i sistemi acquaponici:

    • I pesci sono allevati in vasche
    • Si tratta di un sistema di coltivazione senza suolo
       

L’acquaponica è organica?

L’ acquaponica è un processo del tutto naturale che riproduce il funzionamento di tutti i laghi, stagni, fiumi e corsi d’acqua sulla terra. L’unico elemento aggiuntivo in un sistema acquaponico è il cibo per pesci. Il pesce mangia il cibo ed espelle i rifiuti, che viene convertito (da batteri benefici) in una forma che le piante possono utilizzare. Nel consumare questi nutrienti, le piante aiutano a purificare l’acqua. Non è possibile utilizzare erbicidi, pesticidi o altri prodotti chimici corrosivi in ​​un sistema acquaponico, in questo modo si rendono il pesce e le piante sane e sicure da mangiare.

Quali sono i vantaggi di coltivare con l’acquaponica?

La combinazione di acquacoltura e idroponica è abbastanza nuovo e le potenzialità dell’ utilizzo dell’acquaponica per coltivare cibo di alta qualità in tutto il mondo è enorme. Ecco alcuni dei molti vantaggi della produzione alimentare acquaponica:

    • l’acquaponica utilizza l’acqua ricca di nutrienti dall’acquacoltura che altrimenti sarebbe stato un prodotto di scarto o avrebbe avuto bisogno di essere filtrato in modo costoso
    • l’acquaponica elimina i costi e il tempo necessari alla miscelazione di sostanze nutritive tradizionali idroponiche
    • l’acquaponica fornisce una forma naturale realmente organica di sostanze nutritive per le piante
    • eliminando il suolo nella produzione di vegetali, si eliminano tutte le malattie che nascono dal suolo
    • l’acquaponica utilizza solo una parte dell’acqua che la coltivazione tradizionale usa perché l’acqua non viene sprecata o consumata dalle erbacce
    • nell’acquaponica, la spaziatura dell’impianto può essere molto intensiva, consentendo di coltivare più piante in un dato spazio
    • con un’alta densità di stoccaggio nella vasca dei pesci, le piante cresceranno rapidamente e si svilupperanno in un sistema acquaponico
    • in sistemi acquaponici non si possono utilizzare pesticidi o erbicidi, ciò rende il prodotto finale più sano e sicuro
    • Se il clima permette o se si sta coltivando in una serra, si può coltivare tutto l’anno utilizzando un sistema acquaponico

Quali piante posso coltivare?

Possono essere coltivate centinaia di specie di piante.

All’inizio delle ricerche sui sistemi di acquacoltura, sono stati fatti esperimenti per determinare l’efficienza di piante acquatiche che consumano i nutrienti in acqua di acquacoltura, quindi contribuendo a purificare l’acqua per i pesci nel sistema. Man mano che la ricerca progrediva, le piante terrestri sono stati testate e ed è stato dimostrato che queste erano un efficace mezzo di purificazione dell’acqua per l’acquacoltura e quest’acqua ricca di nutrienti una soluzione idroponica quasi ideale per la crescita delle piante. All’inizio sono stati presi in considerazione per l’acquaponica la lattuga, erba cipollina e altre colture a foglia ma, più di recente, i coltivatori commerciali e ricercatori hanno avuto un grande successo con pomodori, cetrioli, peperoni, meloni, fiori e molti altri raccolti.

Quali pesci posso allevare?

“Sono centinaia le specie di pesce che possono essere allevate in acquaponica, tra queste ci sono la spigola, la carpa e il pesce rosso. Se state pensando ad una produzione alimentare domestica o commerciale, si dovrebbe iniziare contattando l’agenzia che sovrintende pesci e corsi d’acqua nella vostra zona per scoprire se ci sono eventuali restrizioni ai pesci che si possono allevare. La Tilapia, un pesce d’acqua dolce che cresce velocemente e ha una carne bianca e soda quando sfilettata, è comunemente allevata in acquaponica perché è molto resistente e può tollerare una vasta gamma di condizioni di qualità dell’acqua.

Quanti pesci posso mettere nell’acquario?

Dipende dalle dimensioni del serbatoio e dal tipo di filtrazione che si ha. In un sistema basato sulla vasca pesce, una buona regola generale è quella di riempire il serbatoio a 1″ (lunghezza pesce) per gallone d’acqua. Nei sistemi più grandi con filtrazione adeguata, i coltivatori commerciali di solito riempiono il serbatoio a un massimo di 1/2 lb di pesce / gallone d’ acqua.

Quante piante posso avere con un certo numero di pesci?

Il numero di piante che possono crescere è direttamente correlata a:

  • Il numero di pesci
  • La dimensione del pesce
  • La quantità di cibo per pesci aggiunti ogni giorno
Gli scienziati dell’Università delle Isole Vergini hanno stabilito che per ogni 60-100 grammi di cibo per pesci aggiunto al giorno, è possibile supportare 1 mq. di piante in una zattera aquaponica.

Posso guadagnare con l’acquaponica?

L’ acquaponica, come qualsiasi attività commerciale, richiede un adeguato investimento in attrezzature, progettazione corretta e ottime capacità di gestione e di marketing. Inoltre, è necessario essere un esperto culturista di pesci e coltivatore di piante. Con queste qualifiche, una fattoria acquaponica può essere molto redditizia. Dal punto di vista commerciale, l’acquaponica è ancora agli albori, ma, come la tecnologia si sviluppa e raffina, ha il potenziale per essere un metodo di coltura del pesce, piante ed erbe molto efficiente e con un uso più oculato dello spazio. Incorporando l’acquaponica, i coltivatori in idroponica possono eliminare i costi e il lavoro richiesti dal mescolare una soluzione fertilizzante e gli acquacoltori commerciali possono essere in grado di ridurre drasticamente la quantità di filtrazione necessaria in una coltura di pesce a ricircolo. Anche se vi è attualmente un numero limitato di operazioni acquaponiche commerciali, molte persone stanno esprimendo un forte interesse verso questo metodo intensivo di produzione alimentare.

Ho trovato alcuni vecchi serbatoi, li posso utilizzare per la vasca dei pesci?

I vostri acquari ed i materiali utilizzati per il vostro sistema dovrebbe essere la plastica per alimenti. Questo significa che non filtreranno sostanze chimiche nell’ acqua nel sistema. Si consiglia di non utilizzare cisterne o contenitori che hanno avuto contenuti diversi dagli alimenti o che non sono raccomandati per il pesce o la coltivazione di piante.

Cosa devo dar da mangiare ai pesci?

Se il vostro obiettivo è un ottimale tasso di crescita e produzione di cibo, è necessario alimentare il vostro pesce con un cibo specifico per la specie. Ci sono molti produttori di cibo per pesci. È possibile cercare le fonti on-line o mediante risorse locali, come i magazzini di generi alimentari e fornitori. Se si dispone di un sistema low-tech e la produzione massima non è il vostro obiettivo, si può crescere o creare il proprio cibo per pesci. Lenticchie d’acqua, lattuga acquatica e vermi sono spesso utilizzati per alimentare i tilapia.

Come funziona?

La chiave per un sistema acquaponico di successo sono i batteri benefici che trasformano i rifiuti dei pesci in sostanze nutritive usate dall’impianto. Più del 50% dei rifiuti prodotti dai pesci è sotto forma di ammoniaca, secreta attraverso le branchie e nelle urine. Il resto dei rifiuti, escreto come materia fecale, subisce un processo chiamato mineralizzazione che si verifica quando i batteri eterotrofi consumano scarti di pesce, materia vegetale in decomposizione e resti di cibo, convertendosi tutti e tre in ammoniaca e altri composti. In quantità sufficienti l’ammoniaca è tossica per le piante e pesci. Batteri nitrificanti, che vivono naturalmente nel suolo, nell’acqua e nell’aria, convertono l’ammoniaca prima in nitriti e poi in nitrati che le piante consumano. Nel vostro sistema acquaponico i batteri nitrificanti prospereranno nella ghiaia nelle vasche dei pesci e nel terreno di coltura nel letto di crescita. Le piante assorbono facilmente i nitrati nell’acqua e, nel consumarlo, aiutano a mantenere la qualità dell’acqua sicura per i pesci.

Ho bisogno di una serra?

Una serra fornisce protezione dai fattori ambientali come il caldo, il freddo, il vento, la pioggia e l’intrusione di insetti. Nella maggior parte dei climi è necessaria una serra. Una serra può anche essere utile ai tropici per proteggere le colture da pioggia, vento e gli insetti. Il tipo di serra e le apparecchiature di controllo ambientale varia ampiamente a seconda del clima. Ci sono coltivatori di acquaponica, tuttavia, che hanno sistemi per passare il tempo in casa, in una cantina o garage. Quando sono al chiuso, devono aggiungere l’illuminazione artificiale per le piante.

Posso farlo come hobby o per un progetto scolastico?

A livello di hobby, l’acquaponica si sta diffondendo rapidamente. Un acquario in casa, con pesci ornamentali o da cibo, può essere combinato con un mini giardino, facendo crescere erbe, verdure o fiori. Un sistema creato per hobby può servire come un sistema di produzione alimentare, a seconda delle dimensioni. Molti giardinieri da cortile stanno costruendo dei sistemi per coltivare centinaia di chili di pesce e tutte le verdure fresche di cui una famiglia ha bisogno.