Blog Post Cannabis Sativa (sensimilla) ad uso Industriale: Illuminazione sostenibile


Lug

25

2017

Cannabis Sativa (sensimilla) ad uso Industriale: Illuminazione sostenibile

Ti piacerebbe produrre Cannabis Sativa ad uso industriale in una camera climatica a temperatura e fotoperiodo controllato? Richiedi un preventivo
    Con l’apertura del mercato (Legge Senato) verso l’utilizzo industriale delle piante di Cannabis Sativa, si aprono i possibili scenari tecnologici per massimizzare la produttività agricola della sensimilla (senza semi) ed avere un raccolto di maggiore qualità, rispetto alle tradizionali tecniche in campo aperto. 
Diapositiva1
Neil Yorio

Neil ha iniziato la sua carriera presso il Kennedy Space Center della NASA, dove ha ricoperto diversi ruoli a supporto del programma di ricerca sui sistemi di supporto alla vita bioregenerativi. Con il Kennedy Space Center, 20 anni di ricerca attiva che coinvolgono una serie di aspetti di fotobiologia, fisiologia vegetale e orticoltura controllata sono stati applicati per mantenere in vita gli esseri umani per missioni spaziali di lunga durata. Questo approccio biologico richiedeva un sistema di supporto vitale basato sull’impianto in cui venivano utilizzate colture agronomiche e orticole per la produzione alimentare, la produzione di ossigeno, la rimozione di CO2 e la purificazione dell’acqua per l’equipaggio spaziale. Un obiettivo principale di questa ricerca è stato rivolto alla luce, in particolare alle radiazioni fotosinteticamente attive poiché la tecnologia di illuminazione elettrica è il principale fattore di costo e fonte di energia per il sistema di supporto biologico. Il lavoro sulla ricerca della qualità spettrale ha portato immediatamente all’utilizzo di soluzioni LED per sostituire fonti inefficienti ed energivore per l’illuminazione degli impianti (HPS, MH). Molte delle pubblicazioni sottoposte a revisione paritaria generate dal gruppo di ricerca della NASA sono attualmente citate o almeno menzionate nella letteratura sul marketing light light (spesso citate erroneamente o erroneamente interpretate). Ora che Neil sta partecipando con il settore delle lampade a LED e della produzione di lampade, la sua solida base con la tecnologia di sviluppo della tecnologia LED lo pone in una posizione unica sia per la comprensione dei requisiti di illuminazione (spettrale e di intensità), sia per la comprensione della produzione e requisiti di prestazione per lo sviluppo del prodotto. Neil detiene attualmente tre brevetti. Egli supporta attivamente l’agenzia e la rete di distribuzione del BIOS con applicazioni specifiche del prodotto, ottimizzazioni dell’installazione e problemi di orticoltura associati all’incorporazione della tecnologia LED in strutture agricole ad ambiente controllato, incluso il settore della marijuana medica legale. Neil è autore o coautore di 55 pubblicazioni peer-reviewed, sei note tecniche, un capitolo di un libro e un brevetto.

La tecnologia oggi permette anche per l’utilizzo di soluzioni adeguate che rispettano socialmente, ambientalmente ed economicamente il mercato, anche per la Cannabis Legale. Diapositiva2
Un valido esempio di sostenibilità, sono stati gli studi per le missioni spaziali, che hanno ridotto di molto, lo sfruttamento degli spazi  e la richiesta di energia, con la creazione di camere climatiche con fotoperiodo e temperatura controllate, per la produzione di biomassa, anche per la cannabis.Diapositiva3
La qualità della luce influisce molto sulla resa del raccolto, sulla redditività agricola, sulle fasi fenologiche e la produzione complessiva che si riduce in un ottimo vantaggio economico.Diapositiva4
Il mercato offre varie soluzioni per l’agricoltura, tutte nascono dal mercato tradizionale.Diapositiva5
In questa slide, un paragone tra le varie tecnologie, dove si può notare che il LED ha una maggiore ampiezza di banda, che migliora la disponibilità dei fotoni per la fotosintesi.Diapositiva6
Tecnicamente, quando si parla di illuminazione artificiale per l’agricoltura ci sono delle unità di misura che è necessario approfondire. Diapositiva7
L’uomo e le piante, percepiscono la luce in modo differente.Diapositiva8
La comparazione delle prestazioni, ci aiuta a scegliere la migliore tecnologia in termini di potenza, resa ed efficacia. Diapositiva9
I miglioramenti significativi per la crescita delle piante di Cannabis light e la relativa qualità di prodotto si ottengono tramite la scelta delle luci LED.Diapositiva10
La luce LED, nelle coltivazioni indoor, growbox o camere climatiche, si riconoscono a vista d’occhio. Diapositiva11
La tecnologia di illuminazione risponde allo specifico assorbimento delle lunghezze d’onda dei pigmenti fotosintetici Diapositiva12
  La potenza e lo spettro migliorano la coltivazione.Diapositiva13
La produzione dei terpeni, con la luce LED aumenta sensibilmente con picchi aumentati del 278%. Diapositiva14
Ogni watt di potenza utilizzata con lo giusto spettro, permette alla coltivazione indoor con i LED permette una resa di raccolto superiore.Diapositiva15
Calcolo economico del ROI di un impianto in camera climatica per la produzione di Cannabis Sativa ad uso industriale per la vendita della biomassa come Infiorescenza.Diapositiva16
Affidarsi a prodotti e società specializzate nel nel settore è la migliore soluzione.Diapositiva17
I dati da considerare per la scelta del prodottoDiapositiva18
Grazie per l’attenzione Fonte: Link Pubblicazione scientifica: Link Diapositiva19
Ti piacerebbe produrre Cannabis Sativa ad uso industriale in una camera climatica a temperatura e fotoperiodo controllato? Richiedi un preventivo